Laboratorio permanente di letteratura contemporanea e di Scrittura creativa

Laboratorio permanente di letteratura contemporanea e di Scrittura creativa dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli in collaborazione con la rivista internazionale di poesia e letteratura “Nuove Lettere” XII anno accademico

 

Si è costituito, in data 1° gennaio 1991, in collaborazione con la rivista internazionale di poesia e letteratura “Nuove Lettere” (Direttore: Roberto Pasanisi; Direttore responsabile: Vittorio Lucariello; Redazione: [Dario Bellezza], Alberto Bevilacqua, Constantin Frosin, [Franco Fortini], Antonio Illiano, Roberto Pasanisi, [Giorgio Saviane], Maria Luisa Spaziani, Mario Susko, Násos Vaghenás e Nguyen Van Hoan), un Comitato scientifico avente lo scopo di organizzare un Laboratorio permanente di letteratura contemporanea e Scrittura creativa (anche A Distanza: LESC). 

Il Comitato scientifico organizzatore è composto da: Alberto Bevilacqua (scrittore), Constantin Frosin (professore di Lingua e Letteratura Francese all’ Università Statale “Il Basso Danubio” di Galati; scrittore), Antonio Illiano (ordinario di Lingua e Letteratura italiana alla University of North Carolina at Chapel Hill), Roberto Pasanisi (direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli e di “Nuove Lettere”; Rettore del Libero Istituto Universitario Per Stranieri “Francesco De Sanctis”, LIUPS), Vittorio Pellegrino (già presidente dell’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli), Maria Luisa Spaziani (già ordinaria di Lingua e Letteratura francese all’Unuversità di Messina; scrittrice), Násos Vaghenás (ordinario di Teoria e critica letteraria presso l’Università di Atene), Mario Susko (già ordinario all’Università di Sarajevo; professore di Letteratura americana alla State University of New York, Nassau) e Nguyen Van Hoan (ordinario di Letteratura italiana e di Letteratura vietnamita presso l’Università di Hanoi).

Esso cura e coordina l’organizzazione di incontri periodici attinenti alla letteratura contemporanea italiana ed internazionale: essi consistono in seminarî, conferenze, dibattiti e letture di e sulla letteratura, sulla base di criterî aperti ed elastici, previamente stabiliti di volta in volta, e tenuti nella sala conferenze “Gabriele D’Annunzio”.
La selezione dei poeti partecipanti — in linea con l’orientamento di “Nuove Lettere” e con la sua Weltanschauung, vicina a quella della Scuola di Francoforte — alterna, accanto a nomi ormai istituzionalizzati del panorama letterario europeo, nuovi scrittori che, pur dotati di sicuro talento, risultino ancóra ignoti, o per la giovane età o perché ostacolati dall’ottusa protervia dell’establishment culturale. 
Tali incontri hanno, da un lato, la funzione di creare a Napoli, in una forma e una sede culturalmente prestigiose, quel punto di riferimento e, come si dice, di aggregazione per la poesia e la letteratura del quale sempre più improrogabilmente nella nostra città si avverte la mancanza; dall’altro, si propongono di favorire un riavvicinamento fra cultura accademica, insomma istituzionale, ‘cultura degli artisti’ e appassionati ‘non addetti ai lavori’.
Il Laboratorio (come del resto l’Istituto), giunto al decimo anno di attività, nel corso della sua attività, ha assunto sempre di più, accanto a quella primaria (letteraria e culturale), una funzione civile, di luogo di dibattito e di aggregazione di quella che oggi viene chiamata la ‘società civile’; di laboratorio politico, nel senso etimologico del termine (idest come ‘scienza del cittadino’), ma sempre super partes. Va pure rilevato, infine, come, con queste caratteristiche, non esistano attualmente in Italia iniziative del genere.

Per ulteriori informazioni, contattare (for further information):

Istituto Italiano di Cultura di Napoli 
via Bernardo Cavallino, 89; 80131 Napoli (Italia) 
tel. 081 / 546 16 62 
fax 081 / 220 30 22 
posta elettronica: segreteria@istitalianodicultura.org